RSS

La realizzazione di un corto

1.aprile 2014

Cinema

Gli ingredienti per la realizzazione di un corto sono: attrezzatura (videocamera digitale, luci, treppiedi, ecc.), ottime idee, una buona sceneggiatura, competenze di ripresa e montaggio, e tanta, tanta passione.

Le fasi di realizzazione

Un cortometraggio è un film indipendente di durata non superiore ai 15/20 minuti. La fase iniziale di realizzazione è il processo creativo. Ispirandosi a fatti veri, sogni o pura immaginazione, è importante, prima di girare, avere un buon soggetto. La seconda fase è trasformare il soggetto in sceneggiatura. Non è necessario saper scrivere in maniera romanzata e accattivante. Una buona sceneggiatura è caratterizzata da un metodo di scrittura sintetico e per immagini. Sarà proprio questo pezzo di carta il progetto che si trasformerà in video. Dopo aver, quindi, focalizzato bene l’intero film e aver trovato tutto il necessario per poterlo girare (attrezzatura, ma anche attori, scenografie, costumi, ecc.), si possono cominciare le riprese.

Le competenze necessarie

Avere competenze di regia, di fotografia, di ripresa e di montaggio, sono fondamentali affinché il corto riesca nel migliore dei modi. Il lavoro di equipe è consigliato: ognuno sarà specializzato in qualcosa e il film avrà più possibilità di diventare un piccolo capolavoro.

La fase finale

La post-produzione è fondamentale: dopo aver montato il video con software professionali (Adobe Premiere, Avid, Final Cut Pro, ecc.), la correzione colore, l’audio e l’aggiunta di effetti speciali renderanno il film più simile a come l’avevate immaginato dall’inizio. Ecco che il vostro corto è pronto per essere masterizzato e guardato.

Immagine: pixabay.com – Sogni

Similar Posts:

, ,