RSS

I film più visti del 2011

18.novembre 2011

Cinema

Tra i film più visti del 2011 in Italia spiccano le commedie e i grandi classici degli ultimi anni, ma hanno avuto un ruolo importante anche i cartoni animati e i film d’amore; tuttavia al botteghino si sono fatti notare anche “Habemus Papam” di Nanni Moretti e “Il discorso del Re” di Tom Hoober.

I film campioni di incassi

Nel 2011 nelle sale cinematografiche hanno fatto furore i film comici, il record assoluto va a “Che bella giornata” con Checco Zalone, che ha incassato oltre 40 milioni di euro. Anche “Qualunquemente” e “Benvenuti al Nord” hanno riscosso un certo successo, grazie ai brillanti interpreti e alle situazioni divertenti, in calo invece gli incassi del film di Natale dei Vanzina. Si riscontra quindi fra gli italiani una voglia di svago e divertimento con film simpatici e leggeri, fa seguito a questa tendenza il successo dei giovani Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli ne “I soliti idioti”, basato su una serie di sketch comici già in onda da qualche anno sui canali di MTV Italia. Nel periodo natalizio i botteghini hanno premiato il secondo episodio della serie di Sherlock Holmes, del regista Guy Ritchie, un film all’insegna del giallo e dell’azione giocato sulla divertente interazione fra i due protagonisti, Holmes e Watson, interpretati in maniera brillante da Robert Downey jr. e Jude Law. Altre pellicole molto attese dai fans erano “Breaking Down” e “Harry Potter e i doni della morte”, rispettivamente la prima e la seconda parte degli ultimi episodi delle serie di Twilight e dell’omonimo maghetto. Anche per quanto riguarda i più piccoli, i film di animazione “I Puffi” e “Kungfu Panda II” hanno entrambi incassato oltre 10 milioni di euro.

Film e critica

Mentre fra le vie di Roma Woody Allen girava un nuovo film, nelle sale è stato proiettato “Midnight in Paris”, la sua commedia romantica ambientata a Parigi che ha riportato il regista e attore americano in Europa. Un film che è stato molto apprezzato dai critici è sicuramente “Il discorso del Re”, una coproduzione inglese e australiana che narra la vicenda del personaggio storico di Re Giorgio VI d’Inghilterra. La storia dipinge con precisione il quadro storico e con delicatezza l’umanità dei personaggi: il “discorso” del titolo è quello che il Re, affetto da balbuzie, dovrà tenere alla radio in diretta nazionale per esortare i cittadini ad entrare in guerra contro la Germania nazista; a questo scopo Giorgio VI ricorrerà all’aiuto di un medico per superare il suo problema e riuscire così ad incitare il suo paese nel modo migliore possibile. “Habemus Papam” segna il ritorno cinematografico di Nanni Moretti e similmente all’opera dell’inglese Hoober, presenta la figura di un Papa in una chiave inedita e più umana. La storia è quella di un cardinale che, appena eletto Papa, ha un crollo nervoso e il Vaticano assumerà per lui un terapista, si tratta di un ritratto ironico e dissacrante, un’opera allo stesso tempo sarcastica e divertente, destinata fin dall’inizio a dividere le opinioni in merito.

Foto: kentohSimilar Posts:

, ,