RSS

Fare un film

2.dicembre 2011

Cinema

Per fare un film, oltre agli attori e alla regia servono un gran numero di operatori che possano occuparsi di tutti gli aspetti: sceneggiatori, tecnici di montaggio video, costumisti e molti altri; un ruolo importantissimo è anche quello del produttore.

Occuparsi di regia

Il ruolo del regista è molto importante per la realizzazione di un film, perché sta a lui (o lei) dar forma a qualcosa che fino a quel momento esiste soltanto in forma scritta. Si passa quindi da un’idea alla stesura scritta, la sceneggiatura, che poi va sviluppata tramite scenografie, abiti e attori, secondo le indicazioni della regia. Il regista si occupa di dare un’impostazione univoca al film dirigendo il lavoro di tutti gli operatori sul set, e, alla fine, una volta girate tutte le scene, compete sempre alla regia di selezionare cosa inserire e cosa tagliare. La sceneggiatura è già di per sé la trama del film, il regista si occupa di coordinare la sua concretizzazione, durante questo processo un personaggio fondamentale è l’aiuto regista che si occupa di controllare che sul set tutto venga svolto regolarmente e senza intoppi. È compito del regista anche relazionarsi col produttore il quale costituisce una figura fondamentale in quanto è il principale finanziatore della produzione cinematografica: essi sono in pratica committente e capo dell’équipe artistica. Solitamente il produttore entra in scena quando esiste già una sceneggiatura e un progetto di realizzazione, uno dei compiti del regista è infatti trovare finanziatori per i film in cui crede.

Oltre la regia

Per realizzare un bel film, oltre ad un’ottima regia, occorrono un gran numero di bravi professionisti per lavorare nella pianificazione, la registrazione e la post-produzione, ovvero il lavoro di selezione e montaggio delle scene. Anche la colonna sonora ha un’importanza fondamentale, poiché contribuisce all’atmosfera del film, sia come semplice sfondo alla recitazione sia come tema principale durante i momenti di silenzio in scena, per questo motivo i registi operano molto attentamente la scelta dei musicisti da interpellare e discutono a lungo le idee da mettere in atto nella pellicola. I costumi sono un altro aspetto da non sottovalutare: le relazioni cromatiche devono o non devono attirare l’attenzione in determinati contesti oppure essi devono contribuire a rendere credibile un’ambientazione, soprattutto se di tipo storico. Le scenografie e gli effetti speciali ultimamente sono diventati molto complessi e raffinati, anche se le produzioni più ricche possono permettersi di girare all’estero, senza bisogno di ricreare certi panorami, mentre i computer e altri strumenti avanzati sono fondamentali nei film di azione, nei fantasy e nelle opere di fantascienza per ricreare cose, persone e situazioni non reali da trasporre così dalla carta alla pellicola. Gli attori svolgono il ruolo di interpreti e sono anch’essi fondamentali, ma non bisogna dimenticare il ruolo delle comparse e delle controfigure, così come tutti i tecnici che si occupano di luci, audio e video. La scelta delle inquadrature condiziona l’intera impostazione di una pellicola, infatti anche l’angolazione e la distanza possono suscitare stati d’animo diversi nello spettatore.

Foto: Ian O’HanlonSimilar Posts:

, ,